Tre sportivi disonesti su Radio Zammù

Ascolta la puntata Nello sport non sempre vince il migliore. Capita che sia il più furbo a tagliare per primo il traguardo di una maratona, a saltare più in alto o a vincere una medaglia olimpica. La prossima puntata di Radio Luxemburg sarà dedicata a tre tra i più furbi e scorretti sportivi. Vi racconteremo la storia di Fred Lorz che durante la maratona di Boston del 1904 ha percorso oltre undici miglia in auto, quella di Boris Onishchenko che la stampa britannica ribattezzo “Disonishchenko” perché usò una spada truccata nell’olimpiade di Montreal del 1976. A completare il trio di disonesti c’è Yuriy Stepanov che grazie a scarpe con suole speciali migliorò il record mondiale nel 1957. Come sempre in Radio Luxembourg l’ultima storia è riservata alla musica. Vera Hall è stata una cantante con una voce fantastica tanto che Moby ha usato la sua Trouble so hard quando ha inciso Natural blues. Queste quattro storie saranno protagoniste dell’appuntamento di Radio Luxembourg di mercoledì 27 aprile. Luxemburg, tutte storie! Ascolta dalle 20 su www.radiozammu.it o fm 101 in zona Catania. Clicca e ascolta le puntate precedenti Iscriviti alla pagina Facebook e proponi le tue storie Nella foto Fred Lorz con la coppa vinta nel 1904

Annunci

Un pensiero su “Tre sportivi disonesti su Radio Zammù

  1. […] Puntata del 24 aprile 2011 Questa puntata di Radio Luxemburg è dedicata a tre tra i più furbi e scorretti sportivi. Vi racconteremo la storia di Fred Lorz che durante la maratona di Boston del 1904 ha percorso oltre undici miglia in auto, quella di Boris Onishchenko che la stampa britannica ribattezzo “Disonishchenko” perché usò una spada truccata nell’olimpiade di Montreal del 1976. A completare il trio di disonesti c’è Yuriy Stepanov che grazie a scarpe con suole speciali migliorò il record mondiale nel 1957. Come sempre l’ultima storia è riservata alla musica. Vera Hall è stata una cantante con una voce fantastica tanto che Moby ha usato la sua Trouble so hard quando ha inciso Natural blues. Leggi tutto […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...