Dentro il pozzo di Gammazita

Questa settimana in Radio Luxembourg la leggenda di Gammazita e la leggendaria storia dell’isola delle rose. Scopriremo la storia del gioco dell’oca e quella di una nota canzone di Jimi Hendrix.

Radio Luxembourg torna mercoledì 3novembre alle 20.00.

Ascolta su www.radiozammu.it o fm 101 in zona Catania.

Clicca e ascolta le puntate precedenti

Se vuoi proporre una storia o vuoi raccontarne una in diretta scrivi a info@radiozammu.it

Dentro il pozzo di Gammazita
Nella legenda di Gammazita sono presenti tutte le caratteristiche della tipica storia d’amore. C’è la giovane e bella ragazza innamorata del bel paggio Giordano che ricambia il suo amore e c’è  la  gelosa e meschina Donna Macalda che tende la trappola a Gammazita attraverso l’egoista cavaliere Saint Victor. A fare da sfondo alla vicenda una Catania in piena dominazione angioina, a ridosso dei Vespri Siciliani.

Nel 1278 a Catania viveva una bellissima e nobile ragazza, Gammazita. La giovane s’innamorò di Giordano, un paggio su cui si era posato lo sguardo di Donna Macalda, avvenente vedova che riceveva la corte di tutti i cavalieri francesi e siciliani. Ogni attenzione nei suoi confronti però era vana, Donna Macalda voleva solo Giordano. L’amore tra Gammazita e Giordano fece infuriare Donna Macalda che accecata dalla gelosia si accordò con un cavaliere francese, Saint Victor, per uccidere Gammazita. Se il nobile francese fosse riuscito nell’impresa la vedova avrebbe accettato la sua serrata corte. Saint Victor si recò al pozzo dove la ragazza era solita prendere l’acqua, lì afferrò Gammazita che non riuscendo a scappare si gettò nel pozzo. Giordano, folle di rabbia, raggiunse Saint Victor e lo uccise a pugnalate. Nel pozzo in cui si gettò la giovane comparsero numerose macchie rosse, tracce di sangue per i catanesi, che da quel giorno lo chiamarono “pozzo di Gammazita”.

La presenza nella storia del paggio e del cavaliere francese legano la vicenda alla realtà storica del tempo, facendo riferimento alle violenze dei dominatori francesi sui siciliani. In alcune versioni il nome del cavaliere francese è Droetto. Questo rafforza il legame tra la leggenda e la storia, Droetto è comunemente considerato il soldato che causò lo scoppio dei Vespri siciliani per il suo comportamento irriguardoso nei confronti di una nobildonna siciliana. La storia di Gammazita è raffigurata in uno dei quattro lampioni di piazza Università ed è raccontata anche in una poesia popolare il cui autore è sconosciuto.

Il pozzo di Gammazita si trova in un cortile nei pressi del castello Ursino, per raggiungerlo bisogna scendere dodici metri sotto il livello stradale attraverso sessantadue gradini. Le macchie rosse sui fianchi del pozzo, che secondo la tradizione sarebbero state originate dal sangue di Gammazita sono in realtà depositi di ferro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...